Nostalgie della terra

Raccontami una storia di pescatori, di maree, di quelle specie di mostri degli abissi che non chiudono mai gli occhi.

Memoriette del buontempo

Il racconto di uno scrittore avventuriero tra sogni hollywoodiani e peripezie messicane, memoriette che sono fior di ricordi da riempire la vita di chissà quante persone.

Spirdu

Non vi è aldilà e non vi sono demoni in un mondo in cui tutti abbiamo occasione di morire.

Tre bestemmie uguali e distinte

Tre testi scagliati all’indirizzo dell’acquiescenza e del conformismo: una decisa presa di posizione ideologica, fondata sull’irriverenza e l’invettiva.

Lingua madre

Le parole pulite sono così: dici una cosa e intendi quella cosa, sono vere e limpide, non ci sono associazioni mentali che le rovinano, che le macchiano o che le sporcano.

Il rapido lembo del ridicolo

Una selezione di note e appunti scritti e riscritti nel corso del tempo, in periodi diversi, correggendo e variando all’infinito sempre gli stessi temi. Le stesse ossessioni.

Murene

Le lotte per la terra, il sangue della rivolta, un Sud dove lo Stato non arriva. E poi c’è lei, l’Anna, che sparisce nel nulla la notte in cui ha inizio l’occupazione dell’Arneo.
Italo Svevo Edizioni - Avventure - Malerba

Avventure

L’autore di una finzione letteraria, che sia destinata alla stampa, al teatro o alla musica, non è mai innocente.