Italo Svevo Edizioni
Vicolo de’ Cinque, 31 – 00153 Roma
Via Trauner, 1 – 34121 Trieste
(+39) 06 58 97 820
edizioni@italosvevo.it
Editore:
Alberto Gaffi

Assistente:
Valentina Rosa

Editor della narrativa:
Dario De Cristofaro

Ufficio Stampa:
Roberta De Marchis
(+39) 328 08 71 560

Resp. comunicazione Trieste:
Gianfranco Terzoli
(+39) 320 72 12 610

Distribuzione:
Messaggerie Libri

Promozione:
Emme Promozione


«Anche se Trieste non ha dato grandi valori creativi, è stata un’ottima cassa armonica, è stata una città di una sismograficità non comune: per capirlo,
bisogna aver visto le biblioteche finite sulle bancarelle dei librai del ghetto…
Tutta una grande cultura non ufficiale, libri veramente importanti e
sconosciutissimi, ricercati e raccolti con amore, da gente che leggeva quel libro perché aveva proprio bisogno di quel libro».
                                                                                                       Bobi Bazlen 

Ieri

Nel 1966 vengono fondate dalla libreria la Fenice di Trieste le Edizioni Italo Svevo, che opereranno ininterrottamente fino al 2013 producendo oltre 600 titoli in italiano e tedesco.

Nel 2013 viene acquistato il suo catalogo dalla Gaffi editore in Roma, che ne registra il marchio con l’autorizzazione degli eredi dello scrittore.

Nel 2014 viene redatto dalla Gaffi editore in Roma il catalogo storico di tutti i titoli prodotti dal 1966 al 2013, ed esce il primo titolo della nuova proprietà Ed un tempo tornerà la pace, un album sulla Prima guerra mondiale su testi di Arthur Schnitzler e con i disegni di Ugo Pierri.

Nel 2016 nasce la Piccola Biblioteca di Letteratura Inutile per proporre aristocraticamente lampoon, libelli, scartafacci, pandette, glossari, digesti e tutto quanto non classificabile nei tradizionali generi editoriali.

Nel 2018 viene fondata a Trieste la nuova società editrice ITALO SVEVO che acquisisce i titoli e le collane prodotte dal 2014 al 2018 e la gestione della collana dell’Accademia degli Incolti I Germogli.

Nel 2019 nasce la collana Incursioni per proporre la nuova narrativa italiana grazie alla direzione dell’editor Dario De Cristofaro.

Oggi

ITALO SVEVO rappresenta quell’energia intellettuale che da sempre caratterizza la tradizione della città di Svevo, Saba, Bazlen e Stuparich.

ITALO SVEVO offre una nuova editoria di cultura, intel­ligente e attenta alle esigenze dei lettori più raffinati.

ITALO SVEVO per contenere quel­la letteratura, di grande tradizione e eclettica e anticonvenzionale, non solo narrativa, che difficilmente trova spazio nelle case editrici, usa un unico formato tascabile coerente con quello (enchiridii forma) inventato nel 1501 da Aldo Manuzio per i suoi celebri manuali in formato portatile.

ITALO SVEVO introducendo tutte le sue aldine con un puntiglioso accompagnamento, sia nella cura redazionale che nella veste grafica vuole dichiarare amore, attenzione e valore sia per il progetto che per la forma: la copertina in brossura con lunghe bandelle; la stampa su carta di pregio; l’interno dagli ampi margini; la ri­legatura a filo refe fino ai tagli laterali delle pagine intonsi. 

Domani

La storia continua attraverso la proposta di sempre nuove idee con «un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro» (1) perché «il popolo più tiranni non vuole» (2).

1- Dal testo della canzone di Pierangelo Bertoli “A muso duro”, 1979
2- Dal testo della canzone di Piero Gori “Sante Caserio”, 1894