«Non un affresco, anzi, quasi una sinopia è questo racconto di Manfredi».
– Gian Mario Villalta

Aquileia – Defensores urbis

Valerio Massimo Manfredi
Primo Premio Regione Friuli Venezia Giulia
Codice ISBN 978-88-99028-45-9
Uscita: settembre 2020
10€
  • DESCRIZIONE
  • INFORMAZIONI
  • AUTORE
  • RASSEGNA
Aquileia, 168 a.C. La giovane Elia Flavia si prepara ad accogliere insieme ai suoi concittadini l’esercito capitanato dai due imperatori Marco Aurelio e Lucio Vero. È un giorno di festa, ma improvvisamente alcuni soldati cadono a terra, in fin di vita: è la peste. I valorosi guerrieri che avevano appena sconfitto i Parti si trovano ora a fronteggiare un nemico ben più temibile, un nemico senza volto né bandiera. Mentre il virus dilaga in tutto l’Impero, Elia Flavia riceve un dono inaspettato e potentissimo da parte di Galeno, il leg-gendario medico di Marco Aurelio: si tratta di un’ampolla contenente il morbo della peste nera. Cosa farne? Dove nasconderla? Ma soprattutto: una malattia così devastante può essere custodita con saggezza per diventare, al momento del bisogno, un’arma di difesa a protezione di ciò che si ama e in cui si crede? Dai primi anni della colonia fino ad arrivare al 452 a.C., momento della sua distruzione per mano del feroce Attila, Va-lerio Massimo Manfredi ci racconta la parabola dell’antica Aquileia e ci conduce, generazione dopo generazione, in un appassionante viaggio che vuole simboleggiare la trasmissione delle conoscenze più preziose nel corso delle epoche. Mescolando con sapienza ricostruzione storica e leggenda, Manfredi interroga la Storia per mostrarci come, a secoli di distanza, l’esercizio del potere da parte degli esseri umani si scopra incredibilmente fragile, se messo al cospetto del destino.
n. 11 - 64 pagine arabe in tiratura limitata in brossura cucita a filo refe. Dimensioni a libello chiuso 12X18, interno stampato su carta Burgo Musa, copertina stampata su cartoncino Fabriano Materica color acqua da 180 gr.

Copertina: Maurizio Ceccato - Ifix ©
Editing, redazione e impaginazione: Studio editoriale 42Linee
Postfazione: Gian Mario Villalta
Valerio Massimo Manfredi è un archeologo specializzato in topografia antica. Autore di narrativa di fama internazionale, ha pubblicato i romanzi: Palladion, Lo scudo di Talos, L’Oracolo, Le paludi di Hesperia, La torre della Solitudine, Il faraone delle sabbie (premio Librai città di Padova), la trilogia Alèxandros pubblicata in trentanove lingue in tutto il mondo, Chimaira, L’ultima legione, L’Impero dei draghi, Il tiranno (premio Corrado Alvaro, premio Vittorini), L’armata perduta (premio Bancarella), Idi di marzo (premio Scanno), Otel Bruni, la trilogia dedicata a Ulisse Il mio nome è Nessuno, Teutoburgo, Quinto comandamento e il più recente Antica Madre. Va ricordato inoltre Sentimento italiano, un libro di memoria e di riflessione sul presente del nostro Paese.